Giancarlo Mancori

Giancarlo Marcori 

La mia storia, leggila quì

Giancarlo Mancori appunti infanzia a Testaccio, leggi quì

Biografia

Giancarlo Mancori è fotografo di professione fin dagli anni adolescenziali e nel corso della sua lunga attività si è dedicato a molti settori della fotografia: passa dalle foto di architettura a quelle pubblicitarie, dalla fotografia scientifica ( è stato a lungo collaboratore dei centri di ricerca di Fisica, di Astrofisica e Astronomia, e dell’ ESA di Frascati ( Roma ), fino alla fotografia industriale e alle riprese aeree.

Dalla fine degli anni ’60 per 18 anni, diventa il responsabile dell’ immagine internazionale della Massey Ferguson che produce macchine per il ‘movimento terra’. Il suo lavoro lo ha portato a viaggiare e a conoscere ‘La Terra’, questo è infatti è il titolo della sua prima mostra del 1976.

Mancori non ha mai smesso di guardare la Terra e la Natura, tanto da dedicarsi negli ultimi decenni interamente alla foto naturalistica, con particolare attenzione al mondo animale, che ritrae con passione, con la consapevolezza di poter contribuire a sostenere la tutela delle specie animali e dei loro ecosistemi.

Sono molteplici i suoi contributi per esposizioni e progetti culturali: nel 1978 realizza con Fulco Pratesi, una campagna di foto naturalistiche nel comprensorio di Barbarano Romano ( Viterbo ), che sono state pubblicate in un volume, Barbarano Romano: indagine e conoscenza di un paese 1978-1979, e in una mostra itinerante; nel 2006 è la volta della mostra Paesaggio in movimento ( Abbazia di S. Nilo Grottaferrata-Roma ); nel 2011 espone per sette mesi centocinquanta immagini di paesaggi e animali selvatici- Giancarlo Mancori. Il sogno della natura- in tutti i reparti del Policlinico Romano di Tor Vergata, per degli studi sugli effetti terapeutici sui pazienti; dal 2012 quattrocento metri quadri di suoi scatti con stormi di Gru migranti, divengono mostra permanente per l’arredo dell’ingresso del Museo Zoologico di Roma.

Da tantissimi anni collabora con il WWF ITALIA che ha usato per il 2017 e per il 2018 una sua immagine del Lupo Italico per la tessera abbonamenti e per tutta la campagna per la salvaguardia di questo splendido e prezioso mammifero. La continua empatica attenzione fotografica, e non solo è stata raccolta in un volume: Le meraviglie del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise attraverso lo sguardo di Giancarlo Mancori, il quale accompagna la grande mostra itinerante che, organizzata in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, a partire dal 2016 è stata inaugurata al Museo Aldobrandini Frascati, è stata poi a Strasburgo e toccherà altre città. Dal settembre 2017 a fine marzo 2018 è stata esposta a Palazzo Chigi di Ariccia. Dal marzo 2019 il suo nome è stato inserito negli Archivi della Scienza e dell’Accademia Nazionale delle Scienze dei XL e del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. L’ultimo suo lavoro “ E il fotografar m’è dolce… la bellezza e la tenerezza della natura nelle foto di Giancarlo Mancori” è stata esposta al Narnia Festival ( ottava edizione ) direzione artistica Cristiana Pegoraro, a Narni nella Cattedreale di S. Domenico ( anno 1000 ) dal 23 luglio al 4 agosto 2019.